venerdì 24 febbraio 2017

L'uomo senza volto a cura di Katia Fortunato

Autore: Roberto Leonardi
Titolo: L’uomo senza volto
Genere: Thriller
Pagine: 352
Data di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Leone editore
                                                                  




L’agente Darren Iannacci durante una rapina alla National Bank provoca la morte accidentale di un ostaggio e viene radiato dal corpo di polizia di Chicago. Si trasferisce in Canada con la sua famiglia per cambiare vita, ma un giorno, in un bosco adiacente al fiume Peace River, Darren si imbatte nel cadavere di una ragazza e in un fiore che sembra trovarsi in quel posto non a caso. Si tratterà solo del primo di una lunga serie di omicidi con un solo filo conduttore: Isaac Mood, l’uomo senza volto dal passato incenerito nel fuoco.





   Eccoci qua… Vorrei parlarvi di questo libro, a mio parere molto bello.
Il libro nel suo contesto mi è piaciuto veramente tanto; la scrittura ricercata, gli efferati delitti, gli indovinelli, a volte anche quell’aurea quasi da soprannaturale, ma lui, Darren, l’ho detestato visceralmente dalle prime pagine. Poco importa che alla fine lo abbia compreso, così come tutti i piccoli e vari indizi sparsi nel libro… Darren mi sta antipatico!
L’inizio è piuttosto forte, e mi ha condizionata per tutto il resto della lettura. A volte, mi ha fatto pena, tenerezza, ma avevo sempre quel prurito… quella sensazione… quella voglia di entrare nel libro e di prenderlo a pugni. Ed è per questo che lo consiglio, vi consiglio di leggere questo libro, vi consiglio di conoscere quest’uomo che incontriamo mentre fa una cazzata allucinante.
Vi consiglio di seguirlo passo passo. Di analizzare con lui tutte le situazioni, le emozioni, le paranoie…



“Essere impotenti di fronte all’imprevedibilità della vita, se si è deboli, ti sfibra. Ti abbatte.”

Il finale vi lascerà decisamente senza fiato, a meno che, non abbiate avuto l’accortezza di decifrare quei piccoli indizi di cui parlavo prima. Niente è come sembra. Niente è scontato. La realtà è realtà e al tempo stesso fantasia.
Leggete questo libro, giocate con l’autore, facendo attenzione a non ribaltare i ruoli. A Leonardi piace giocare con voi, e lo fa fino alla fine, con arguzia e intelligenza. Non fatevi intimidire. Sfidatelo! Non ve ne pentirete.

Nessun commento:

Posta un commento