giovedì 6 ottobre 2016

Forum: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine

In collaborazione con Club Qualcuno con cui… Leggere

Autore: Ransom Riggs
Titolo: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine
Genere: Fantasy
Pagina: 382
Casa editrice: Rizzoli


Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?
                                                                    
   Laura: Non amo i fantasy, ma comunque se li amassi sarebbe davvero una bella storia, originale. O forse, per me che sono inesperta della categoria, così mi appare. Comunque sono contenta di averlo letto, perch ho svalicato i miei "confini letterali", ho assaporato una storia " diversa", che da sola non avrei mai fatto.

Angela: Mi è piaciuto molto. Ho trovato intrigante l'idea delle foto antiche, il fatto che Jacob sia cresciuto ascoltando le storie bizzarre del nonno. Interessante il mix tra la storia vera (guerra, olocausto....) e l'aspetto fantastico. Affascinante il personaggio di Miss Peregrine, una sorta di Mary Poppins un po' più "inquietante". Un bel ritmo, si legge scorrevolmente. Spero di leggere al più presto il libro successivo e di vedere il film a dicembre.

Arianna: A me è piaciuto...  Bellissime le foto. La storia è per un pubblico giovane come me. Mi aspettavo però un finale diverso. Così è tatticamente pensato per un seguito che so esserci, però ci sarebbe stato, il finale più definito.

Daniela: Mi è piaciuto abbastanza, è stato scorrevole e carino ma sinceramente mi aspettavo qualcosa di diverso... Era da tanto che volevo leggerlo ma non avevo capito fosse un fantasy, pensavo più a un horror o qualcosa del genere. Inserendolo nella categoria Fantasy devo dire di aver letto di meglio! L'ho trovato piuttosto adolescenziale e non mi ha suscitato la voglia di leggere il seguito, non so se lo farò... in ogni caso vedrò sicuramente il film appena uscirà!!!

Barbara B.: Io come Daniela. Mi è piaciuto, si legge in maniera scorrevole, ma non mi ha convinta più di tanto. Poco thriller quando avrebbe dovuto esserlo, poco fantasy quando mi aspettavo fuochi d'artificio. Forse sono troppo una vecchia gallina.
 
Gino: La cosa bella di questo libro? Sicuramente l’idea che c’è dietro la sua stesura: partire da delle fotografie storiche per svilupparne poi una storia. Per il resto? Si attende. Si attende tra le pagine. Ci si aspetta un fantasy, ma siam lontani anni luce da Harry Potter, da quei suoi particolari e quelle descrizioni mirabolanti. Ci si aspetta di incontrare questi bambini speciali, di imbattersi in poteri magici e mostri da sconfiggere e poi solo fuffa. Gli eventi presentati in maniera marginale, le descrizioni dei personaggi assenti, questi bambini speciali presentati in maniera superficiale, quasi si avesse fretta. Una storia d’amore buttata lì (perché la storia d’amore funziona sempre, Ransom, non quando però l’intera struttura narrativa non regge!). Un romanzo scritto di fretta, che aveva un potenziale, ma che l’autore – almeno per me – ha decisamente sfruttato male (forse aveva paura che approfondendo di più e non risolvendo ogni cosa con due battute frettolose la trilogia non ci sarebbe uscita?!).

Barbara C.: Mi è piaciuto molto, non amo e non leggo fantasy , ma la semplicità e l'originalità di questo libro mi ha conquistata tanto da leggere il proseguo che però mi è piaciuto un pochino meno , anch'io come Daniela l'ho trovato più adatto ad un pubblico giovane e l'uso di vecchie foto d'epoca sulle quali costruire una storia l'ho trovata un'idea brillante

Silvana: Sinceramente mi aspettavo tutt'altra cosa, però l'ho trovato carino e di scorrevole lettura. A me piace molto il fantasy e sicuramente non lo metterei tra i migliori che ho letto, direi mediocre ecco. Non ho mai letto Harry Potter e non mi interessa leggerlo, per cui non posso fare il confronto tra i due libri. Ma una cosa è sicura: trovo questo romanzo decisamente più adatto ai ragazzi che agli adulti.

Michela: Piaciuto. Sì, è un libro particolare. Forse adatto a lettori più giovani o forse con meno aspettative. Indubbiamente mi ha coinvolta perché la storia era tanto paradossale quanto entusiastica. Film? Non credo che ce la farei a guardarlo...

Rossella: Questo libro mi è piaciuto anche se i fantasy non sono il genere di letture da me preferiti quindi ne ho letti pochi del genere. La scrittura è scorrevole e sono stata contenta di viaggiare insieme a Jacob nello spazio e nel tempo alla ricerca del passato e del vissuto di suo nonno. Anche le foto inserite hanno il loro fascino.

Lucia: Finito ora di leggerlo. Riconfermo che il genere fantasy non fa per me. Di questo libro mi è piaciuta l'edizione "vintage" della Rizzoli, l'unico inconveniente è il peso del libro, essendo stampato su carta patinata. Molto indicato per i collezionisti. Come già detto in altri commenti, lo trovo adatto ad un pubblico molto giovane. I personaggi sono privi di spessore, le situazioni sono totalmente inverosimili e il finale non mi è piaciuto. Non leggerò il seguito e non guarderò il film.

Luisa: Libro sicuramente adatto ai ragazzi con un misto di horror soft fantasy magia e paranormale. La trama è abbastanza articolata e in un recensione trovo inopportuno per un libro come questo sviscerarla svelandone i colpi di scena e le vicende burrascose. L'originalità del libro a mio avviso sono le foto d'epoca opportunamente ritoccate che si intervallano rendendo reali i protagonisti. Stile scorrevole e sicuramente vedrò anche il film. Consigliato!


Nessun commento:

Posta un commento