martedì 23 febbraio 2016

Les revenants a cura di Katia Fortunato



Autore: Patrick Seth
Titolo: Les revenants. Quando ritornano.
Genere: Horror
Pagine: 448
Data di pubblicazione: 2015 
Casa editrice:
Piemme


 

In un paesino francese tra le montagne, la diga che circonda le case ha, inspiegabilmente, cominciato a cedere. E mentre l’acqua sale in modo quasi impercettibile, Camille, morta in un incidente stradale con l’autobus della scuola quattro anni prima, torna a casa. Non è invecchiata di un solo giorno, ha fame, molto sonno, e pensa di essere di ritorno da una gita scolastica. Lo stesso accade a Simon, morto il giorno del suo matrimonio, che torna da Adèle e la trova sposata ad un altro. E poi c’è il piccolo Victor, comparso dal nulla, che non sa dove andare e segue una ragazza per strada, perché gli ricorda la fatina delle favole.




   Mi piace, accidenti se mi piace questo libro. Unica pecca, non è autoconclusivo. Devi aspettare il seguito che pubblicheranno chissà come, chissà quando. Certo, potrei anche guardarmi la serie televisiva, ma è una cosa che vorrei evitare fortemente di fare, quindi? Si aspetta!

“Il dolore è come una spina. Si cerca di ignorarla e, anni dopo, si scopre che la spina si è scavata una via di uscita lasciando un solo che non guarirà mai.”

Inquietante al punto giusto. Nonostante il genere, ti porta a fare riflessioni… Ti mette di fronte a forti emozioni e, inevitabilmente, ad immedesimarti nei protagonisti.
Parliamo di questi protagonisti, allora. Camille, sorella gemella di Laure che non vuole andare a questa benedette gita, ma che è in qualche modo “costretta” ad andarci, mentre sua sorella riesce a svignarsela.
Victor, il mio preferito, che, povero cucciolo, muore perché sterminato insieme alla sua famiglia.
Serge, un pazzo assassino ucciso dal fratello.
Simon, un suicida…
Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Tutte le loro storie ti prendono e non ti mollano e su tutte una domanda: perché loro e non altri?
Leggete il libro…

Nessun commento:

Posta un commento