giovedì 19 novembre 2015

Sulle punte a cura di Barbara Santoni



Autore: Dominika Dery
Titolo: Sulle punte – un’infanzia luminosa e difficile nella Praga degli anni ‘70
Genere: Romanzo autobiografico
Pagine: 366
Data di pubblicazione: 2005
Casa editrice: Corbaccio

 Già molto tempo prima di nascere, Dominika apparve in sogno a sua madre, così quando arrivò veramente fu accolta con grandi aspettative e molto affetto. Ma essendo figlia di dissidenti legati alla fallita rivolta della Primavera di Praga, Dominika ha avuto una vita tutt'altro che rosea. Sua madre era stata diseredata dai genitori, appartenenti all'élite del Partito. Suo padre era un inventore che per motivi politici era costretto a fare il tassista. Alla periferia di Praga, tra vicini, spie e simpatiche "nonnine", e i tipici pregiudizi di provincia, Dominika impara ad andare dritta per la sua strada, ma con la sua apertura e curiosità mette spesso nei guai se stessa e la sua famiglia. Tuttavia l'affetto, l'orgoglio e la buffa ingenuità che legano i suoi componenti ne garantiranno la sopravvivenza e, alla fine, la felicità. La straordinaria esperienza di una bambina nella Praga degli anni '70. Una testimonianza delle difficoltà di un'era passata e una lettera d'amore a un’infanzia piena di gioie che nessuna forza esterna è stata in grado di offuscare.


   Poche sono ormai le somiglianze tra l'infanzia vissuta dall'autrice e quella che si vive ai giorni nostri: l'incombenza costante dei partiti politici nella quotidianità, la segretezza, il doversi nascondere in piena luce, sono tutti aspetti che ormai, per noi, non esistono più. Ma in tutto questo l'autrice ci racconta come una sfrenata passione nata dal semplice amore per il balletto, in particolare per "Il lago dei cigni" e il bel principe protagonista, accompagnata dall'affetto incondizionato dei propri genitori e della sorella Klara (non dimenticando il gigantesco San Bernardo Barry) possano far fronte ad ogni difficoltà, trasformando ogni esperienza, anche le più disperate e disdicevoli, in un epiteto da raccontare e, perché no, su cui farsi due risate. Il romanzo ci accompagna quindi attraverso la vita di una piccola Dominika, fino alla metà degli anni '80, facendoci immaginare per filo e per segno le avventure viste da quei suoi piccoli ed innocenti occhi e facendoci innamorare di lei.




Nessun commento:

Posta un commento